La Bitcoin ha pubblicato la sua prima apertura negativa dopo essere salita per tre giorni di fila e aver raggiunto un massimo storico di oltre 40.000 dollari.

La principale valuta crittografica del mondo è scesa di ben il 7,45% durante la sessione asiatica di lunedì, toccando un minimo intraday di 36.565 dollari prima di parare le perdite in anticipo rispetto alle ore di trading europee. Il suo spostamento sentimentale è dovuto ai trader speculativi che volevano assicurarsi guadagni a breve termine vicino ai 40.000 dollari.

Bitcoin ha notato un sentimento d’acquisto più alto nell’area dei 36.000-36.500 dollari.

Nel frattempo, gli investitori globali hanno scommesso anche sulle operazioni di reflazione, visto il recente aumento dei rendimenti dei titoli di Stato. Per la prima volta da marzo, per la prima volta da marzo, il rendimento sul Treasury Note decennale di riferimento ha superato l’1,09 per cento. Le aspettative di inflazione in genere favoriscono le prospettive rialziste di Bitcoin Code ma il mercato sembra aver allocato il proprio capitale altrove, dato che la cripto-valuta è diventata troppo rischiosa per acquistare vicino ai suoi livelli di ipercomprato.

Ad esempio, i prezzi del petrolio greggio intermedio del Texas occidentale di riferimento negli Stati Uniti sono saliti sopra i 51 dollari al barile mercoledì dopo che l’Arabia Saudita ha deciso di tagliare la produzione nei prossimi due mesi. L’aumento ha anche evidenziato le prospettive economiche di stabilizzazione, poiché gli investitori hanno valutato che l’infezione da coronavirus in aumento conta contro le sue distribuzioni di vaccini.

FOMO Mood

Ma significa forse una riduzione della domanda di rifugi sicuri come il Bitcoin nel futuro prossimo? A quanto pare, no. Gli investitori potrebbero dover iniziare a saltare di nuovo nel mercato della crittovaluta quando il presidente degli Stati Uniti Donald Trump acconsentirà a trasferire il controllo al suo successore Joe Biden. Questo coincide con una chiara vittoria democratica sui due seggi nelle recenti elezioni per il run-off della Georgia.

Grazie ad essa, i Democratici ora controllano il Congresso. Questo spiana la strada all’amministrazione Biden per superare l’ulteriore stimolo fiscale, a cominciare da un assegno diretto di 2.000 dollari per gli americani che combattono con le conseguenze economiche della pandemia di coronavirus. Molti strateghi, compresi quelli di JPMorgan & Chase, prevedono che il prezzo della Bitcoin chiuda oltre i 100.000 dollari in mezzo a una spesa governativa aggressiva.

„Mi aspetto che le azioni Bitcoin e tech raddoppieranno di nuovo nei prossimi 6-9 mesi“, ha detto Immad Akhund, CEO/co-fondatore di Mercury a San Francisco. „È chiaro che ci troviamo in una bolla di attività alimentata da stimoli fiscali, tassi di interesse bassi e, ironia della sorte, un reddito disponibile più alto durante la pandemia“.

„Probabilmente non finirà bene, ma godetevi il viaggio in salita“, ha comunque avvertito.

Correzione Bitcoin Ahead?

Altri avvertimenti sono arrivati da analisti basati su indicatori tecnici. Uno di loro, un’entità pseudonima, ha individuato Bitcoin in un canale di Rising Wedge, che di solito segnala un ribaltamento da toro a toro in seguito a un brusco richiamo. Alla fine, spinge il prezzo fino a raggiungere la massima altezza tra il limite superiore e inferiore del suo canale.

L’indicatore Rising Wedge di Bitcoin vede il prezzo di ritorno sotto i 30 dollari nei futures, suggerisce MMCrypto.

„Abbiamo avuto una finta, un modello M e un guasto“, ha detto l’analista. „Sto diventando prudente, a meno che Bitcoin non rompa di nuovo il record di sempre“.

BTC/USD era scambiato a 38.494 dollari al momento della pubblicazione.

Kommentare geschlossen.